Devitalizzazione: spaventa il paziente ma cancella il dolore

devitalizzaione
La devitalizzazione è ormai un intervento di routine e il paziente non deve avere alcun timore. È necessaria quando il dente è ormai compromesso dall’infezione e sostanzialmente interviene per evitare l’estrazione.


La devitalizzazione agisce in profondità perché deve rimuovere la polpa per sanare situazioni che potrebbero sfociare in ascesso. Un dente devitalizzato non svolge più le sue funzioni vitali, ma solo estetiche.

Quando è necessario intervenire?

È necessario intervenire quando il tessuto interno del dente è infetto e le cause possono essere:

  • Carie
  • Dente scheggiato
  • Interventi dentistici ripetuti
  • Ascesso

Un dente in gravi condizioni invia alcuni segnali d’allarme:

  • Dolore e sensibilità quando si beve o si mangia cibo caldo o freddo
  • Dolore alla masticazione
  • Gonfiore della gengiva
  • Presenza di pus
  • Dolore costante
  • Dente che pulsa
Cosa prevede la procedura?

Spiegare tutte le azioni svolte dal dentista durante il processo di devitalizzazione servirà al paziente per non aver timore dell’operazione. L’intervento si svolge in anestesia locale quindi non si avvertirà alcun dolore ad esclusione del breve fastidio iniziale dovuto all’iniezione.
La prassi prevede:

  • Anestesia locale
  • Accesso alla polpa tramite la corona
  • Rimozione della polpa e di tutto il materiale infetto
  • Disinfezione del canale radicolare
  • Riempimento del canale con un materiale sterile
  • Sigillo del dente con otturazione temporanea

In seconda battuta l’otturazione temporanea andrà rimossa ed il dentista procederà alla ricostruzione del dente (con vari materiali) per coprirlo e proteggerlo.

Come evitare la devitalizzazione?

Un dente che necessita della devitalizzazione è sintomo di una igiene orale trascurata.
Per evitare di dover ricorrere ad interventi, è consigliabile prestare attenzione alle pratiche di igiene quotidiana ma anche alla profilassi dal dentista. 
Ad oggi la devitalizzazione è tra gli interventi più comuni e praticati negli studi odontoiatrici ed ha una percentuale di riuscita altissima.
Il paziente deve seguire le istruzioni del medico e mantenere la calma.

Stiamo cercando il dentista giusto per te

Solo qualche secondo, grazie...