CORONAVIRUS: la mascherina è indispensabile?

mascherine coronavirus
Sull'argomento c'è poca chiarezza, cerchiamo di capirne di più!

L’utilizzo della mascherina è un argomento fortemente dibattuto da settimane, ancor prima che il virus scatenasse una pandemia.

Al momento è possibile ascoltare pareri contrastanti a riguardo, anche dovuti al fatto che, fin dalle prime avvisaglie, non è mai stato chiarito quale sia il reale scopo della mascherina.

In primis è necessario precisare che c’è una netta differenza tra i due dispositivi che spesso si vedono in questo periodo: le mascherine chirurgiche sono costituite da un tessuto molto semplice, che blocca le goccioline ma non filtra l’aria. La loro struttura basilare non permette un’adesione ermetica al volto e potenzialmente consentirebbe anche il passaggio del virus perché pensate per schermare la saliva di chi le indossa e non sostanze provenienti dall’esterno.

L’altro tipo invece, le N95, utilizzabili anche come anti-inquinamento, sono certamente più ‘’professionali’’ sia per la composizione che per la presenza del filtro che inibisce il passaggio del 95% delle polveri presenti nell’aria e quindi riuscirebbe a proteggere dal virus.

Chi le deve utilizzare?

L’argomento ha generato una seria confusione tra la popolazione che, ancora oggi, si domanda se e quanto  sia realmente indispensabile utilizzare la mascherina.

In fase iniziale, quando il Governo non aveva emesso alcun Decreto e i cittadini circolavano liberamente, l’utilizzo della mascherina era indicato per chi accusava sintomi influenzali e, nel dubbio, tutelava la salute altrui.

Con il dilagare dell’infezione, la paura ha provocato una generale corsa alle mascherine: la domanda è cresciuta smisuratamente ma l’offerta non ha mantenuto il passo con le richieste. Questo ha comportato un aumento spropositato dei prezzi e il repentino esaurimento delle mascherine sul mercato.

Ad oggi, fase in cui siamo caldamente invitati a stare a casa, la mascherina non svolge un ruolo fondamentale: è bene chiarire che non protegge dal contagio.

Le reali accortezze che permettono di tutelarsi e tutelare sono, come ripetuto costantemente dal Ministero della Salute: lavarsi le mani spesso e accuratamente, rimanere in casa, mantenere la distanza di sicurezza nel caso in cui si dovesse uscire per validi motivi.

Se si è in possesso di una mascherina, la si può indossare per sentirsi più sicuri, senza mai dimenticare che non è uno scudo che protegge dal CORONAVIRUS.

Soprattutto è bene diffondere un monito a riguardo: non facciamo scorta di dispositivi di protezione individuale che, stando a casa, utilizzeremmo raramente. Rischiamo di esaurire le poche scorte rimaste e lasciar sprovvisti coloro che ne hanno realmente bisogno.

Stiamo cercando il dentista giusto per te

Solo qualche secondo, grazie...